Home   Ortoterapia

Ortoterapia

Prendersi cura di un terreno, fare giardinaggio, coltivare piante e ortaggi è un grande stimolo di cura, di socializzazione, di autostima. Frequentare un ambiente tattile e olfattivamente diverso da quello di cura è un modo per accelerare la guarigione, permette di aumentare la percezione di sé, soddisfare le spinte creative e di accudimento, valorizzare le proprie capacità, spostare l’attenzione dalla propria persona a un oggetto bisognoso di cure, significa rilevanti benefici emotivi, sociali, affettivi e fisici.

Le piante possono aiutare in numerosi casi, dallo stress alla vecchiaia, dalle dipendenze alla disabilità, dalla depressione alla psicopatologia.

Antropozoa ha portato la “terapia dell’orto” in luoghi particolari come l’ospedale pediatrico di Firenze Meyer: i piccoli pazienti possono migliorare la loro guarigione prendendosi cura di una piantina o una coltivazione.

Nella fattoria di Castelfranco di Sopra, Antropozoa sta realizzando il “Giardino magico:  a metà del 2012, avrà una casina in legno con gli attrezzi e una piccola biblioteca e vasche di legno tematiche: la vasca degli odori, degli ortaggi, dei pomodori, i semenzai oltre ad alberi e altre zone specifiche per l’ortoterapia. Le prime piante saranno collocate dagli operatori insieme ai bambini.

Sarà l’unica risorsa del genere nel panorama toscano in una struttura in cui si lavora con animali e piante e aperta al territorio.

 

Antropozoa ha portato l’ortoterapia all’interno dell’Aou Meyer, l’ospedale pediatrico di Firenze. Ecco cosa viene realizzato nel ‘giardino’ del Meyer
clicca qui