Home   Senza categoria Passeggiare col cane: la migliore palestra per un bambino

Passeggiare col cane: la migliore palestra per un bambino

Il nuovo articolo di Antropozoa su GenitoriMagazine.it. Con un tono primaverile… Buona lettura

 

Passeggiare col cane: la migliore palestra per un bambino

C’è chi fa ‘Dog trekking’ e lo pratica come uno sport vero e proprio con tanto di pettorina e gara. Chi semplicemente ‘porta fuori il cane’ a fare la pipì nell’albero sotto casa, sfruttando l’occasione per sgranchirsi le gambe. In mezzo tra un estremo e l’altro ci sono tante realtà di rapporto diversa tra il   proprietario e il suo cane.
Lo stare fuori insieme è fondamentale proprio per creare il legame tra umano e animale. Le temperature  più temperate di questi giorni invogliano a rimettere il naso fuori casa. Allora approfittiamone e “sfruttiamo” il nostro cucciolo per uscire all’aria aperta e fare un po’ di moto.
Come attrezzarsi? Un bel guinzaglio, scarpe comode e abbigliamento adatto, dell’acqua per sé e per il cucciolo.
Si può alternare un po’ di corsa al passo veloce, poi fermarsi per far esplorare  il territorio al cane e ripartire. Trenta-quaranta minuti sono il periodo minimo da dedicare al proprio cucciolo. Naturalmente sono da privilegiare luoghi verdi, magari in campagna o in viali cittadini meno trafficati. Respirate bene. godetevi l’aria fresca e tanti dettagli della strada percorsa che in macchina non potreste apprezzare.
Se mantenete l’allenamento, ne risentirà in positivo anche il vostro fisico, a dispetto di tanti soldi spesi in palestra per camminare sul tapis-roulant.
Ma il miglior beneficio lo avrà il vostro cane: gli animali infatti hanno bisogno di stare all’aria aperta. Non basta fare il giro dell’isolato e neanche andare nel solito parco giochi con area dedicata. Il nostro cucciolo ha bisogno di vedere cose nuove, annusare odori diversi, mettere il naso sull’erba bagnata, anche sporcarsi. Deve incontrare altri animali, magari avere anche qualche controversia con il bulletto di turno. Ma sono tutte esperienze per renderlo più sicuro di sé, farlo migliorare in salute, farlo crescere meglio. Perché poi non giocare con lui, con una pallina o un bastoncino? Se poi volete ‘azzardare’ qualcosa di più potete provare degli esercizi piuttosto semplici come farlo inchinare, dare la zampa, riportare un oggetto.
Troppo faticoso? Non avete tempo perché lavorate troppo? Non trovate scuse! E’ questione di abitudine e di organizzazione. Datemi retta: il tempo dedicato ai vostri cuccioli è tempo donato per voi stessi. Sarà un regalo per entrambi.
Come disse K. Lorenz, “la fedeltà di un cane è un dono prezioso che impone obblighi morali non meno impegnativi dell’amicizia con una creatura umana”.

 di Francesca Mugnai, presidente di Antropozoa
 

Comments are closed.